Welcome

Apr 24, 2013

 

Visita il vecchio portale della Scuola - clicca qui

1

Formazione - Projetc work con minori stranieri: il prontuario

Aug 4, 2014


Fabrizio Leto, Barbara Pipitone e Eleonora Palmisano, studenti del Master di II livello in "Teoria, progettazione e didattica dell'italiano come lingua seconda e straniera", hanno realizzato insieme agli studenti con lo status giuridico di “minori non accompagnati” un project work molto particolare. Si tratta di un “prontuario,” utile per apprendere in maniera veloce ed efficace i termini indispensabili per affrontare diverse situazioni di vita quotidiana. 

“Il saper usare la lingua per la comunicazione è uno degli elementi fondanti del prontuario. – spiega Leto. - Il primo passo è stato chiedere direttamente agli studenti quali funzioni comunicative di base avessero il bisogno di soddisfare. Nell'ambito della realizzazione del prodotto, il risultato più evidente è stata la realizzazione del curriculum.”

Vi proponiamo, in anteprima, alcune immagini tratte dal prontuario e vi ricordiamo che a settembre sarà pubblicato il nuovo bando per partecipare al Master di II livello. 
Seguiteci per restare informati.

Torna il Master di II livello in Teoria, progettazione e didattica dell’italiano come lingua seconda e straniera

Jul 29, 2014

marzia bagnasco

Torna con un nuovo bando, che sarà pubblicato nel mese di settembre, il “Master di II livello in Teoria, progettazione e didattica dell’italiano come lingua seconda e straniera”. Il percorso formativo, che prenderà avvio durante il primo semestre dell’anno accademico 2014/ 2015, ha come obiettivo quello di formare docenti esperti per l’insegnamento della lingua italiana sia come lingua seconda che come lingua straniera. In questo modo verranno creati profili professionali di alta qualificazione per diversi sbocchi occupazionali come insegnanti di italiano a stranieri e a immigrati, collaboratori ed esperti linguistici presso i Centri Linguistici di Ateneo e presso Scuole, Istituti italiani di cultura e Università straniere, progettisti di percorsi formativi nell’ambito dell’italiano L2/ LS, progettisti di strumenti di certificazione e di verifica delle conoscenze, progettisti e realizzatori di materiali didattici e progettisti in ambito comunitario in riferimento all’italiano L2/LS.

 

Il Master è erogato dal Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo e gestito in stretta collaborazione della Scuola di Lingua Italiana per Stranieri dello stesso Ateneo.
Per maggiori informazioni leggi la scheda informativa (clicca qui) o scrivi a masteritastra@unipa.it. 

Se sei interessato al Master, compila il modulo di pre - iscrizione (non vincolante) e sarai aggiornato sulla pubblicazione del bando e sulla data di scandenza per la presentazione delle domande. Clicca qui per scaricare il modulo e invialo a masteritastra@unipa.it 

 

Dai barconi della Libia all'Università per studiare l'italiano e l'alfabeto

Jul 21, 2014

minori in aulaContinuano le attività della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo volte a favorire l'inserimento e l'integrazione dei migranti che, ogni giorno, raggiungono le nostre coste in condizioni spesso drammatiche.

Per il terzo anno consecutivo, anche in occasione della Summer School 2014 molti studenti stranieri con lo status giuridico di “minori non accompagnati” (Msna) stanno frequentando, ospiti dell'Università, i corsi intensivi di lingua e cultura italiana partecipando anche agli incontri pomeridiani e serali.

Molti di questi giovanissimi migranti sono impegnati ogni mattina non solo ad acquisire velocemente e bene una lingua completamente sconosciuta ma anche ad entrare dentro un nuovo universo: il mondo dell'alfabeto e della cultura scritta. Nei paesi da cui provengono molti di loro, infatti, la scuola è ancora un lusso per pochi. Così una percentuale assai rilevante di Msna ha un bassissimo o inesistente livello di scolarizzazione. Si tratta dunque di partire dalla scoperta delle lettere e dell’idea stessa di parola ma, nello stesso tempo, di fornire loro gli strumenti per muoversi fin dai primi giorni nella nostra lingua e cultura e per potere interagire con gli altri. È una sfida non facile ma alla quale anno dopo anno la Scuola di Italiano per Stranieri dell’Università di Palermo risponde con maggiore forza e consapevolezza collegandosi ad altre realtà europee che stanno lavorando alla costruzione di una didattica delle lingue straniere per soggetti a bassa e bassissima alfabetizzazione.

I giovani provenienti dal Bangladesh, dal Gambia, dalGhana, dalla Nigeria, dalla Costa d’Avorio, dal Mali e dall’Egitto sono inseriti in classi dove incontrano ragazzi che hanno vissuto la loro stessa esperienza, studenti universitari provenienti da tutto il mondo, adulti desiderosi di apprendere una nuova lingua e volontari stranieri di associazioni giovanili. Nelle classi e anche fuori, visitando la città e giocando a calcio, in compagnia di studenti italiani in funzione di tutor, si creano  importanti “ponti” fra giovani e  occasioni di crescita per tutti.

Capita quindi che durante una lezione o seduti sul prato del Foro Italico ognuno racconti la sua storia ed emergano anche frammenti del terribile viaggio affrontato per  giungere in Italia. Come cerca di spiegare Maris, nigeriana di appena sedici anni, nel suo nigerian pidgin (inglese assai semplificato parlato come lingua franca nel suo paese) si è ritrovata su un'imbarcazione in cui entrava continuamente acqua. Per farsi capire si aiuta con i gesti e finge di inchinarsi per raccogliere l'acqua con un secchio. Infatti per tre giorni, durante il viaggio che dalla Libia l'ha condotta in Italia, ha lavorato incessantemente insieme agli altri passeggeri per salvare il barcone. Un barcone sovraffollato e pieno di bambini, donne e neonati come quello in cui ha viaggiato Nuhu. Diciassette anni, proveniente dal Ghana, spera adesso di poter dare finalmente spazio al suo talento. Per far capire quale sia prende in mano una matita e un foglio e dice solo “Design! Picture!”. E promette che dopo il suo viaggio dangerous, very dangerous” non tornerà mai più nel suo paese.

 

Corsi Erasmus - pubblicate le date per il primo semetre 2013/2014

Jul 15, 2014

CORSI ERASMUS 2014 15  - Copia

Ogni studente Erasmus ha diritto ad un corso gratuito di 40 ore.

Qualora si volessero seguire più corsi, si potrà pagare 100 euro per ogni altro corso di 40 ore.

La frequenza di ogni corso (di livello diverso) dà diritto all'acquisizione di 3 CFU.

Si ricorda che per ragioni organizzative e logistiche non possiamo adattare i nostri orari a quelli delle lezioni di tutti gli studenti.

Le iscrizioni potranno avvenire solamente on-line scrivendo all'indirizzo email: 
erasmusitastra@unipa.it

Cento donne immigrate per un anno alla Scuola di Lingua Italiana per Stranieri dell’Università di Palermo. Tra di loro anche donne analfabete e vittime della tratta.

Jul 1, 2014

Donne immigrate a Palazzo Steri

Importante riconoscimento della qualità dei percorsi di inclusione sociale che ormai da anni vengono  realizzati dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo. Il suo progetto “I Saperi per l’inclusione” è risultato vincitore di un bando del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione (Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi terzi). Si tratta dell’unica Università ammessa al finanziamento ed una delle poche realtà del Sud fra le migliaia di progetti presentati soprattutto da Onlus ed Enti territoriali.

Il progetto permetterà a donne immigrate che vivono a Palermo, tra cui vittime ed ex vittime della tratta, di seguire un percorso integrato di formazione linguistica e civica e di essere avviate al lavoro attraverso due corsi professionali: uno per la gestione di strutture di accoglienza e l’altro di taglio e cucito. I prodotti del laboratorio di sartoria saranno venduti attraverso un portale di e-commerce realizzato dall’agenzia di comunicazione Kappaelle, che si occupa del merchandising ufficiale dell’Ateneo di Palermo ed è partner del progetto presentato dal Dipartimento di Scienze Umanistiche insieme al Comune di Palermo, la Biblioteca delle Balate, le associazioni Pellegrino della Terra, Casa di tutte le genti e Incontrosenso,  l’Istituto Comprensivo Perez – Calcutta e il Ctp La Masa – Federico II.


L’importanza del progetto sta nel coniugare inclusione linguistica e inclusione sociale attraverso un percorso articolato che vede le donne protagoniste e che potrà proseguire in futuro utilizzando i proventi della vendita dei prodotti dei laboratori che entreranno anche nei circuiti universitari 
– dichiara Mari D’Agostino, referente del progetto e direttrice della Scuola di Lingua italiana per Stranieri. - Siamo particolarmente felici di questo successo che ci consente di sostenere il nostro impegno nei confronti del mondo dell’immigrazione e in particolare delle categorie più vulnerabili, in questo caso le donne analfabete e vittime della tratta. Lavoreremo in sinergia con realtà con le quali collaboriamo quotidianamente da anni come le scuole, la Biblioteca delle Balate e l’ufficio Nomadi e Immigrati del Comune di Palermo, preziosi alleati e direi compagni di strada in questo ed altri progetti che vedono l’Università arricchirsi anche di idee e progettualità scientifica. L'insegnamento delle lingue a soggetti a bassa e bassissima scolarizzazione è divenuto un tema rilevante del dibattito internazionale nell’ambito della didattica delle lingue e il nostro gruppo di lavoro è in prima fila con ampi riscontri nella comunità scientifica. Chiediamo da anni e senza alcun successo alla Regione Sicilia, che gestisce parte rilevante dei Finanziamenti europei per l’immigrazione, di dedicare attenzione al tema dell’insegnamento della lingua italiana, pensando a percorsi di qualità. Si preferisce disperdere  e sprecare. Anche in questo caso la lontananza fra la nostra realtà e quella di tante altre Regioni italiane è enorme. Senza l’italiano non vi è possibilità di inclusione sociale e senza una didattica di qualità il raggiungimento di traguardi linguistici sufficienti è lento e spesso non avviene affatto. Per “altre italie” questo è senso comune; per la nostra è una conquista ancora di là da venire.”

Tirocinio facoltativo a ItaStra durante la Summer School 2014

Jun 23, 2014

erasmus

Nuove opportunità per gli studenti interessati ad approfondire le proprie conoscenze e competenze nella didattica dell’italiano come lingua straniera o lingua seconda. Anche quest’anno, infatti, la Scuola di Lingua italiana per Stranieri offre la possibilità di svolgere un tirocinio facoltativo durante la Summer Scool 2014, un corso intensivo di lingua e cultura italiana rivolto a studenti stranieri.

Possono chiedere di svolgere il tirocinio, coprendo il ruolo di tutor per gli studenti della Summer School, tutti gli studenti regolarmente iscritti all’Università di Palermo (corsi di laurea di I o II livello, corsi di laurea magistrale, corsi di studio del vecchio ordinamento, master di I e II livello, scuole di specializzazione e perfezionamento, dottorati di ricerca) che vogliono aggiungere alla propria esperienza formativa un percorso di approfondimento relativo alla didattica dell'italiano come lingua seconda o lingua straniera. Il contatto diretto con studenti stranieri e la presenza di docenti esperti permetterà ai tirocinanti di immergersi totalmente in un reale contesto di insegnamento, dove la teoria diventa pratica.

Il tirocinio facoltativo viene svolto dallo studente durante il corso degli studi universitari, ma non è soggetto alle comunicazioni obbligatorie, in quanto esperienza prevista all'interno del percorso formale di istruzione o di formazione. Quindi non comporta l'acquisizione di CFU.

La Scuola di italiano per stranieri rilascerà una certificazione delle ore svolte alla fine del percorso.

 

Per maggiori informazioni: tirocinantiitastra@unipa.it oppure scuolaitalianostranieri@unipa.it  

Riferimenti: http://portale.unipa.it/strutture/cot/Sportelli_e_Servizi/stage_e_tirocini/ 

Regolamento dei tirocini: http://portale.unipa.it/strutture/cot/.content/Stage_e_Tirocini/Documenti-Normative/REGOLAMENTO-TIROCINI-28-01-2014.pdf

 

AVVISO - NUOVI ORARI ESTIVI DELLA SEGRETERIA

Jun 23, 2014

12Da questa settimana gli orari della Segreteria della Scuola subiranno delle variazioni. 
Tutti gli studenti potranno rivolgersi al nostro Front Office ogni lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 

Per informazioni scuolaitalianostranieri@unipa.it

 

Questa pagina è stata visitata 25570 volte dal 16 Aprile 2013. Fonte: Google Analytics.